La Cultura al centro di tutto

La Cultura al centro di tutto
18
Apr

Sono recentemente intervenuto sulla stampa per parlare di un binomio che considero inscindibile, quello che unisce e lega indissolubilmente turismo e cultura. Nello scorso post ho affrontato il tema del turismo, e in particolare del turismo 2.0, legato alla digitalizzazione di alcuni servizi per agevolare la fruibilità delle nostre strutture ricettive e in generale dell’offerta turistica della nostra città. Oggi parliamo di cultura, e di come la valorizzazione del nostro patrimonio culturale possa giovare al turismo locale. Si parla tanto e spesso di cultura, specialmente in campagna elettorale, ma cultura non è una parola ad effetto da usare per sembrare intellettuali, ma è la parte di una città, di una comunità e di un territorio sulla quale basarsi ed investire per superare la crisi senza per forza doversi inventare qualcosa, ma semplicemente valorizzando quello che abbiamo già a disposizione. Per cultura intendiamo, da un lato, i tanti monumenti storici di Fano e dall’altro le persone che abitano la nostra città, in particolar modo i giovani. Sostengo con forza la centralità della cultura nell’azione del governo locale. In questo senso il Comune deve imporsi come garante e promotore di attività ed eventi, atti a mantenere e valorizzare un’identità locale forte da esportare sul territorio. Investire risorse nelle attività culturali significa potenziare strumenti già esistenti, ma in un’ottica di grande apertura e di effettivo pluralismo. Gli obiettivi che intendiamo perseguire sono quelli di potenziare e sostenere la produzione creativa locale, ampliare e arricchire la proposta culturale con un calendario di eventi rivolto a tutte le fasce d’età, stimolare le associazioni già presenti sul territorio e quelle future ad organizzare eventi che diano visibilità alle varie identità mettendole in relazione, promuovere manifestazioni dedicate all’intercultura, per consentire l’incontro tra mondi diversi attraverso il cibo, la musica, il dialogo, il gioco.

Volendo parlare di monumenti, in questo periodo è il Teatro Romano ad essere sulla bocca di tutti. Il Comune deve assolutamente recuperare il Teatro, per dare uno slancio al turismo culturale e per far si che Fano possa diventare meta di studenti e professionisti di tutta Europa. Studiare per conoscere sempre meglio le nostre origini può servirci per poter sapere come valorizzare al meglio il nostro patrimonio. In questo senso, l’attività del Centro Studi Vitruviani deve essere non solo mantenuta ma anche potenziata. Ma non di solo Teatro Romano, vive la città di Fano. Abbiamo previsto infatti un fondo annuale per la manutenzione dei beni monumentali  e per investimenti importanti su attività storico – culturali. Tutto questo e tanto altro è presente nel mio programma dedicato agli argomenti di cui ho trattato in questo post. Trovate tutto qui.

Bene, anche per oggi è tutto. Vi invito a lasciarmi un commento e a condividere questo mio articolo per dare sempre più valore alle bellezze della nostra città. Colgo anche l’occasione per augurare a voi e alle vostre famiglie una Buona Pasqua!