Invito al Voto di Lorenzo Cesa segr. naz.le UDC
17
Set

Cara amica, caro amico,il 20 ed il 21 settembre si voterà per eleggere il Presidente della tua Regione ed il nuovo consiglio regionale.La situazione generale, anche prima della crisi conseguente all’epidemia da COVID 19, non è delle migliori ed è fin troppo facile farsi prendere dallo sconforto e decidere di disertare le urne, nella falsa convinzione che tanto ormai non si possa fare più nulla per migliorala e che, in ogni caso, “i candidati sono tutti uguali”.In realtà non è così e, ne sono sicuro, anche tu ne sei convinto.Certo, i mesi che ci attendono saranno molto difficili, e per candidarsi a governare la crisi ci vuole coraggio; molto coraggio. E ci vogliono, soprattutto senso di responsabilità e moderazione: il Paese non si salverà continuando ad alzare i toni o promettendo l’impossibile.E’ questa la sfida che, insieme, siamo chiamati ad affrontare ed a vincere: restituire serenità al dibattito politico e concretezza alle proposte di rilancio.Ci impegniamo a fare del nostro meglio per farcela, ma per riuscirci abbiamo ancora una volta bisogno del tuo impegno, del tuo sostegno e del tuo voto a favore dei candidati della nostra lista, i cui nominativi ti invio in allegato.Prima di chiudere vorrei rivolgerti un ulteriore invito: il 20 ed il 21 settembre si voterà anche per il Referendum confermativo della legge costituzionale sul taglio dei parlamentari.Si tratta di un provvedimento che, a detta dei suoi sostenitori, dovrebbe portare ad un consistente risparmio e ad una migliore funzionalità del Parlamento. Ma non è così: il “risparmio” reale sarà di poco meno di un euro annuo pro capite, ma porterà ad una fortissima riduzione della funzione parlamentare e farà sì che interi territori non saranno più rappresentati.Il taglio dei parlamentari genererà esclusivamente un indebolimento delle fondamenta stesse del nostro sistema istituzionale.Ecco perché, oltre ad invitarti a votare per la nostra lista e per il candidato Presidente ad essa collegato nella tua Regione, ti invito a votare convintamente NO al referendum istituzionale.Ti ringrazio per la tua attenzione,