Se muore il mercato…muoriamo tutti

1
Apr

“Se muore il mercato muore il centro. Se muore il centro, muore Fano. Il mercato cittadino è l’unica possibilità di salvezza per i commercianti del centro storico, negozi compresi”.

Non sono parole mie ma degli ambulanti che mai come in questo momento vogliono rivendicare l’importanza del proprio lavoro. Sono andato al mercato, lo scorso sabato, per toccare con mano questa realtà fatta di passione, ore di lavoro, ottimismo e positività. Sento dire da qualcuno che il mercato dovrebbe essere tolto dal centro, ma le parole che ho utilizzato per iniziare questo post testimoniano meglio di qualsiasi altra cosa le reazioni a questa proposta.

Il mercato deve rimanere in centro storico, non c’è altra soluzione. E’ lì da anni, fa parte della nostra tradizione allo stesso modo del brodetto o della moretta, e non mi viene in mente un luogo migliore dove poterlo collocare. Quello che dobbiamo cercare di fare è garantire servizi migliori per poterlo raggiungere (come un aumento dei parcheggi, ad esempio) e non risolvere i problemi togliendo tutto. Certo, sarebbe più facile, ma daremo il colpo definitivo a un commercio che vive una fase sicuramente complicata. Non intendo nascondermi dietro a un dito, alcuni problemi ci sono ed è inutile negare che esistano. Ma per risolverli è necessario affrontarli, non evitarli scegliendo la soluzione sicuramente più semplice in un primo momento ma che potrebbe rivelarsi assolutamente deleteria per il futuro.

Mi sono confrontato con gli operatori del mercato, che hanno riconosciuto il mio impegno in questi anni, e devo dire che la cosa mi ha fatto molto piacere. Lasciamo perdere coloro che criticano o avanzano proposte più simili a provocazioni solo per fare parlare di sé. Sapete che non sono un tipo da personalismi, ma quando a parlare di me sono gli altri significa che il mio atteggiamento e il mio lavoro sono stati apprezzati dalle persone che ho rappresentato e che vorrei rappresentare in futuro.

I piccoli commercianti sono il cuore pulsante della nostra economia, un cuore che deve continuare a battere. Per il lavoro, per Fano, per il futuro della nostra città. Mi impegnerò, come ho sempre fatto, ad ascoltare per poi dare le giuste risposte.

Come già detto, questo è il nostro blog, per cui mi farebbe piacere conoscere la tua opinione in merito. Lascia un commento qui sotto e se questo articolo ti è piaciuto, condividilo. Il lavoro è il primo punto del mio programma elettorale, e non è un caso. Ripartiamo dal lavoro per continuare a crescere. E ripartiamo insieme.